• Dom. Apr 14th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

A Firenze domina il gusto: “Taste” e “Fuori di taste” 

DiSilvia Meacci

Feb 3, 2023

A Firenze è in arrivo la sedicesima edizione di “Taste”. In inglese si scrive così ma si legge “teɪst” e significa “gusto, assaggio”. Basta una parola e si è subito proiettati nella dimensione delle eccellenze culinarie, dei prodotti icona del made in Italy, dei produttori genuini e raffinati. Si svolgerà dal 4 al 6 febbraio e si terrà alla Fortezza da Basso, in un continuum con le edizioni invernali di Pitti Immagine Uomo, Pitti Immagine Bimbo, Pitti Immagine Filati il cui Main Partner è UniCredit.

Accompagnati nel percorso fieristico da note di jazz, i visitatori potranno assaggiare le varie prelibatezze dato che saranno di nuovo permesse le degustazioni. Prodotti dolci, salati e ingredienti italiani di eccellenza. Da non perdere la Taste special area, dedicata agli amari, la sezione Taste tools con tutti gli utensili e gli accessori per la cucina e il Taste shop, quest’anno organizzato con i nomi delle aziende in ordine alfabetico.

Molto gettonato i “Taste talks” in cui verranno affrontati e discussi temi come le origini della materia prima in etichetta, gli approvvigionamenti dei prodotti da parte dei grandi hotel, la rivincita della pasta secca su quella fresca, il ruolo della donna nella ristorazione e nella conduzione delle aziende e il confronto tra generazioni, cibi e culture. Anche Coldiretti sarà presente e con la collaborazione di Unaprol, della Fondazione Evoo School Italia e del Consorzio dell’olio Toscano IGP, proporrà masterclass grazie a cui buyer e operatori, ma anche visitatori e consumatori, impareranno a riconoscere il fruttato, l’amaro ed il piccante dell’olio d’oliva e anche a discernerne uno scadente da uno di qualità.

Durante la tre giorni di “Taste” si svolgeranno le premiazioni del “Forchettiere Awards 2023” e saranno consegnati i premi al Piatto dell’anno, al personaggio dell’anno, al ristorante green dell’anno, al signature cocktail dell’anno.

Al di fuori della Fortezza, la città di Firenze saprà offrire diffusamente degustazioni, feste e cene nei locali più conosciuti di Firenze, sia in centro che in periferia. Numerosissime le iniziative della kermesse conosciuta come “Fuori di Taste”. Colazioni, brunch, aperitivi e cene gourmet in cui verranno esaltati alcuni ingredienti. È molto interessante vedere come ogni ristorante, bar o trattoria offra non solo un menù dedicato, ma anche incontri con gli esperti del settore, con le aziende produttrici, omaggiando la storia e la tradizione. Si potrà assaggiare il migliore formaggio del mondo, la trota di Bucchio, il miele nella sua versatilità, l’aceto balsamico di Modena, il London dry gin made in Tuscany che sposa 14 botaniche in cui spiccano l’iris e il ginepro, i salumi ittici della Bottega del pesce. Allo Stellar in Oltrarno si preannuncia spaziale la cena degustazione con il tartufo di Savini Tartufi, abbinato ai cocktail dell’Alchimista Nicola Spaggiari, con le botaniche di Peter in Florence.

Al Four Seasons Hotel verrà presentata la colomba pasquale De Vivo senza lattosio in un esclusivo cocktail party per la stampa.

Per chiunque volesse gustare le rinomate pizze di Obicà, sabato 4 febbraio, nel famoso Mozzarella Bar di via Tornabuoni, sarà possibile incontrare Danny Mariani, Sales Manager della storica azienda Molino Paolo Mariani, la cui farina di alta qualità di tipo 1, realizzata artigianalmente da più di 100 anni, unita al lievito madre naturale dà vita, grazie a una lenta lievitazione di almeno 48 ore, all’impasto leggero e fragrante della pizza Obicà. Durante la serata, dj set e degustazione, al costo di 35 euro a persona, delle pizze tonde in molte delle sue varianti. Un’esperienza in una location di lusso dove gusto ed eleganza si sposano.

Per maggiori informazioni https://taste.pittimmagine.com/

eventifirenze@obica.com

Foto da comunicato stampa ( Ph. Andrea Granatiero)