• Gio. Mag 30th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Da piatto povero a ricetta internazionale: il polpettone di carne

DiLuisa Alibertini

Dic 2, 2022

Facile immaginare come sia nato: l’obbligo di non sprecare il cibo sulle tavole meno ricche dell’ottocento ha aguzzato l’ingegno culinario, dando vita ad alcuni piatti tra i più longevi e apprezzati della cucina italiana, ma, nel caso del polpettone di carne, si è fatta scuola anche all’estero, tanto è vero che lo si trova, con nomi e spezie diversi, declinato nelle cucine di mezzo mondo. Si tratta di un piatto a base di carne macinata – in origine avanzi, oggi trita della miglior qualità –pane bagnato nel latte e uova a cui vengono aggiunti ingredienti diversi, salumi, verdura, aromi, per dare maggior sapore. Anche la cottura può variare: dalla casseruola, al forno, in brodo. Sicuramente un piatto sostanzioso e tipicamente invernale. Impariamolo nella versione della nostra Luisa.

Polpettone di carne in brodo

 Mezzo chilo di carne macinato mista

2 etti di mortadella

 4 uova

 Un etto di parmigiano

 Mezzo panino ammollato nel latte

Un pugno di spinaci lessati

 Noce moscata

Per il brodo

 Cipolla, sedano e carota

 1 cucchiaio di sale

 Un pezzo di carne da brodo

Mettere al fuoco una pentola d’acqua con gli odori, il sale, la carne da brodo e portare ad ebollizione. Amalgamare e fare una palla con tutti gli ingredienti del polpettone e mettere in pentola. Far cuocere per circa due ore e mezza.  Tirare su il polpettone, far intiepidire e tagliare a fette. Servire con salse a piacere. Il brodo lo userete a vostro piacimento