• Dom. Mar 3rd, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Tutto pronto per “LuglioBambino”

DiSilvia Meacci

Giu 30, 2022

Arriva luglio e, come ogni anno, ritorna, da domenica 3 luglio a lunedì 25 luglio, LuglioBambino, il celebre festival dedicato all’infanzia. Si tratta di un grande evento di spettacoli e laboratori che vede la collaborazione dei comuni di Campi Bisenzio, Calenzano, Sesto Fiorentino, Signa, Lastra a Signa e Scandicci.

Una iniziativa che acquista ulteriore spessore anche per essere frutto di un coinvolgimento e un interscambio culturale tra i comuni della piana fiorentina affinché vengano valorizzati il territorio e i luoghi preposti alla cultura come teatri e biblioteche.

Domenica 3 luglio al parco dei Renai di Signa partirà il primo spettacolo di “All’Incirco” con clownerie, marionette e burattini fatti con materiali di recupero. Il vicesindaco Marinella Fossi si è detta molto felice di far parte della rete organizzativa della rassegna che sarà presente anche a Lastra a Signa con lo spettacolo “Circo matto”. Nelle tre settimane successive ci saranno tante occasioni per seguire animazioni, incontri, laboratori. Il 25 luglio la kermesse si concluderà a Campi Bisenzio con lo spettacolo “C’era una volta un drago”.

Nelle fiabe, i lupi cattivi, i draghi, i mostri sono gli antagonisti, i personaggi negativi che contrastano gli obiettivi del protagonista. Nella vita reale la pandemia, la guerra, la siccità sono elementi forti ed evidenti che gettano ombre scure sulla nostra quotidianità e su quella dei nostri figli. Come difendere i bambini da questo momento complicato?
Il direttore artistico Sergio Aguirre durante la conferenza di martedì 28 giugno, per la presentazione del festival alla stampa ha affermato: “LuglioBambino ha sempre avuto a cuore il benessere del territorio, delle famiglie e dei ragazzi. Manola Nifosì ed io, come direttori artistici, siamo convinti che non dobbiamo chiuderli sotto una campana di vetro, bensì dare loro risposte filtrate attraverso la poesia, la recitazione, la scrittura. L’arte spinge verso la bellezza, verso la giustizia, verso l’essere umano“.

Campi Bisenzio, in cui è nato il festival, offrirà teatro per ragazzi ma anche laboratori di arte terapia, digitalità, nutrizione e pet therapy grazie al centro MeMe che con un approccio multidisciplinare e olistico già collabora con il comune con servizi di logopedia, pedagogia, psicologia” ha detto Simone Bolognesi, responsabile dei servizi culturali del comune.

Sarà un festival diffuso, in piazze, giardini e luoghi vari del territorio, ci sarà anche un laboratorio sul tema della democrazia, uno sulla creazione di gialli e un altro sul disegno cooperativo. Verranno anche coinvolti i bambini ucraini presenti a Campi.
Inoltre, i ragazzi saranno protagonisti attivi in quanto parte di una giuria che affiancherà quella dei giornalisti nel giudicare gli spettacoli che si terranno a Campi da lunedì 18 a giovedì 21 luglio.

Il tema di questa 29^ edizione è la libertà. Libertà sia come partecipazione, sia come educazione al prendere parte.
A Sesto Fiorentino i bambini potranno assistere a uno spettacolo teatrale “La principessa e il drago” e anche seguire il corso di scrittura creativa “Parole nell’acqua” a cura di Francesca Tofanari.
Jacopo Madau, assessore alla cultura, ha sottolineato come sia importante investire sui bambini che rappresentano forse la fascia d’età che più ha sofferto per le restrizioni legate alla pandemia.

Durante LuglioBambino si affronterà anche il tema dell’acqua, bene essenziale e prezioso, nella lettura animata “C’era una volta una goccia d’acqua”.
Barbara Salotti, responsabile dell’archivio e della biblioteca di Scandicci ha spiegato che l’evento avrà luogo all’interno della biblioteca proprio perché i bambini familiarizzino con l’ambiente e sviluppino un buon rapporto con i libri. In biblioteca si potranno seguire anche due spettacoli con musica e artisti.

Calenzano offrirà spettacoli d’attore e burattini e il coinvolgente laboratorio di cinema ‘Siamo tutti videomakers‘. Ai ragazzi dai sette ai 12 anni verranno mostrati i vari aspetti di questa arte, la parte frontale, spettacolare, ma anche il dietro le quinte – ha raccontato Irene Padovan, assessore della cultura del comune -. LuglioBambino è un punto fermo per dare strumenti di bellezza ai ragazzi“.

Il programma completo su www.lugliobambino.com.