• Sab. Apr 20th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Carrarese stagione finita con l’amaro in bocca, eliminata ai playoff dall’Ancona

DiGiuseppe Braglia

Mag 15, 2023

Finisce al primo ostacolo la corsa della Carrarese nei playoff per la promozione in serie B. Nella serata che vede la riapertura della tribuna dello stadio  Quattro Olimpionici Azzurri dopo quasi 5 anni la squadra di mister Dal Canto viene sconfitta dall’Ancona su un calcio di rigore a 4 minuti dal 90′ e deve lasciare la competizione.

Agli azzurri entrati in scena al secondo turno dei playoff di girone grazie al quarto posto finale in campionato, in virtù del miglior piazzamento nella stagione regolare, rispetto alla compagine marchigiana, sarebbe stato sufficiente un pareggio per approdare alla fase nazionale e forse questo ha costituito un freno mentale e non solo per Della Latta e compagni.

Fin dalle prime battute la Carrarese è parsa arrugginita rispetto all’Ancona e se questo poteva essere messo in conto perché gli azzurri non giocavano una partita vera dall’ultima giornata di campionato a Pesaro del 23 aprile mentre gli ospiti tre giorni prima avevano giocato il primo turno eliminando la Lucchese ci si aspettava anche che con l’andare del tempo la squadra marchigiana accusasse un po’ di stanchezza.

In effetti gli azzurri nel secondo tempo hanno fatto qualcosa di più che nel primo ma hanno comunque creato troppo poco contro una squadra cui nelle due gare di campionato avevano realizzato cinque reti, due allo stadio dei marmi e tre addirittura ad Ancona.

I play off però sono una competizione particolare e quando pensi di poter passare il turno portando il pareggio fino alla fine basta un episodio per farti saltare i piani. E puntualmente l’episodio si è materializzato al 41′ del secondo tempo quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo Capello ripiegato nella propria area su un traversone dalla sinistra è intervenuto col braccio. Rigore trasformato da Spagnoli.

A nulla sono valsi gli assalti finali della squadra di mister Dal Canto che, unica tra le sei che ospitavano in casa lo spareggio per superare il turno e avevano dunque disponibili due risultati su tre, termina anticipatamente la sua corsa tra l’amarezza e la delusione dei molti tifosi di fede azzurra accorsi. 

Rimane come consolazione parziale una stagione conclusasi con 62 punti e al quarto posto in classifica. Potrebbe essere una base di partenza valida per la stagione successiva se la società, ora che finalmente dopo una interminabile attesa è tornata agibile la tribuna, continuasse ad insistere con mister Dal Canto che a nostro avviso merita almeno una seconda possibilità e rinforzasse ulteriormente l’organico a disposizione del tecnico.