• Dom. Mar 3rd, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Oltre il limite nello sport e nell’imprenditorialità: Giada Delle Vedove e Fabrizia Grassi, creatrici del marchio Invertika

DiSelenia Erye

Apr 27, 2023

Capacità, tenacia, professionalità e molto lavoro sono caratteristiche determinanti per dare vita  progetti nuovi, vincenti ed unici. Sono le caratteristiche che contraddistinguono due vere professioniste come Giada Delle Vedove e Fabrizia Grassi, due donne che sono state in grado di creare un loro brand di abbigliamento sportivo, Invertika, che esalta le doti fisiche e atletiche di chi li indossa. La loro storia mi ha appassionata sin da subito: bellissime, affiatate, solidali tra loro e con chi le circonda, sono l’immagine della donna moderna che non teme le difficoltà ed insegue i propri sogni. Di loro mi ha colpito, in particolar modo, il coraggio e la fiducia nelle proprie possibilità, che le hanno portate a dare vita  a qualcosa di unico.

Raccontateci di voi e del vostro sodalizio…

Siamo Giada e Fabrizia, una veronese e una napoletana. Abbiamo deciso di unire nord e sud per creare un brand. Ci siamo conosciute dieci anni fa allo IED di Roma, dove entrambe studiavamo: Giada marketing e comunicazione, Fabrizia Fashion-Design. Le strade si sono poi divise, in quanto Giada è tornata a Verona per gestire, come responsabile tecnico, l’azienda di famiglia nel settore dell’ecologia, mentre Fabrizia ha continuato il suo percorso sia formativo, che lavorativo a Milano, lavorando per Edizioni Condè Nast all’interno dell’editoria della rivista Glamour Italia, per poi tornare successivamente a Napoli.  Ci ha riunito la passione per le discipline aeree, che entrambe  praticavamo. L’esigenza di indossare un abbigliamento tecnico e performante per questo sport ci ha spinte a creare Invertika. Siamo un team di donne che gestisce un brand di abbigliamento sportivo. Vogliamo creare prodotti che non solo siano belli esteticamente, ma che facciano anche  sentire le donne sicure di sé e a loro agio con il proprio corpo e la propria immagine. Crediamo che ogni donna abbia il diritto di sentirsi bella e sicura di sé stessa. Speriamo che il nostro brand possa contribuire a questo obiettivo, anche solo per un breve momento, e che le donne possano trovare in noi una fonte di ispirazione e di fiducia in se stesse.

Cosa vi ha portato ad essere quelle che siete diventate?

Sono state la forte passione per ciò che facciamo e la nostra dedizione senza sosta. Fin dal primo giorno, abbiamo lavorato duramente per raggiungere i nostri obiettivi, spesso sacrificando il nostro tempo libero e le nostre energie per fare in modo che la nostra azienda crescesse e raggiungesse sempre nuovi traguardi. Ma la cosa che ci ha spinto ad andare avanti, anche nei momenti più difficili, è stata la nostra continua ricerca di nuove idee, di soluzioni innovative e di modi per connetterci con le altre persone. Siamo convinte che la chiave del successo sia la capacità di ascoltare i propri clienti e di capire le loro esigenze, per poter offrire loro prodotti e servizi sempre migliori.

Cosa significa e cosa comporta arrivare a dei risultati così importanti?

Giorno dopo giorno, abbiamo imparato a superare le difficoltà e a crescere come azienda, ma anche a livello personale. Abbiamo imparato a essere più forti, più determinate e più consapevoli di noi stesse, e questo ci ha permesso di diventare le donne che siamo oggi. Ma non abbiamo ancora finito di crescere. Siamo sempre alla ricerca di nuove sfide e nuove opportunità per migliorare, per crescere e per connetterci con le persone che ci stanno intorno. E questo è ciò che ci rende felici e ci fa sentire gratificate del nostro lavoro.

Sembrate donne molto sicure e determinate, vi è mai capitato di vacillare?

Quando siamo partite, dopo aver strutturato  idea,  progetto, vision, è scoppiata la pandemia con il primo lockdown. Per il nostro settore, come per quasi tutti, d’altronde, era un momento difficile: palestre chiuse, attività ed eventi fermi, gare nazionali e internazionali rimandate a tempo indefinito. Così abbiamo deciso di investire le nostre energie sul mondo online. Abbiamo puntato sulla creazione di una community attraverso i nostri profili social, andando a proporre eventi, allenamenti e talk gratuiti sulle nostre piattaforme legati al mondo dello sport e con riferimento specifico alle discipline aeree e acrobatiche. A quel punto, toccato con mano il potenziale dietro la nostra idea, abbiamo deciso di crederci e abbiamo aperto la nostra società il 29 Ottobre del 2020, nonostante il futuro economico iniziasse a diventare davvero incerto. Abbiamo cominciato ad investire online, aprendo marketplaces, investendo sui social e, quando è stato di nuovo possibile, con la nostra presenza fisica all’interno di eventi nazionali e palestre di settore.

Come gestite la vostra attività?

A distanza: 713 km sono tanti, e le difficoltà sono molteplici, non possiamo negarlo. È anche vero che le tecnologie moderne non lo rendono impossibile. Ci sentiamo circa 20 volte al giorno, sia per riunioni con il team, sia per problemi di ordinaria amministrazione. Più volte in un mese ci incontriamo tra nord e sud, non solo Napoli / Verona, ma anche per i vari incontri con fornitori e collaboratori, che spaziano dalla Puglia a Milano, a seconda delle esigenze. Spesso partecipiamo, durante i weekend, ad eventi di settore che promuoviamo e sponsorizziamo, allestendo dei temporary shop fisici.

Dove trovate la forza e la determinazione?

Quando vediamo la nostra idea prendere forma e diventare realtà, è un momento di grande gioia e soddisfazione. La sensazione di aver creato qualcosa che possa essere apprezzato da altre persone, è semplicemente indescrivibile. Ma la vera gioia arriva quando vediamo i nostri prodotti indossati dalle ragazze che li hanno acquistati. Vedere la loro felicità e soddisfazione, mentre si guardano allo specchio, sentendosi belle e sicure di sé, è la più grande ricompensa per il nostro lavoro. Siamo orgogliose di aver creato qualcosa che le valorizza e le fa sentire al top. Non c’è niente di più gratificante di ricevere il feedback positivo dalle nostre clienti. Quando ci dicono quanto si sentono bene, indossando i nostri prodotti, è come se il nostro lavoro fosse stato pienamente riconosciuto e apprezzato.

Quali sono i vostri sogni?

I nostri sogni sono il cuore pulsante del nostro brand e rappresentano il nostro impegno e la nostra passione per un futuro migliore, diffondendo un messaggio positivo, anti pregiudizi,  attraverso la nostra attività. Sogniamo di crescere ed espanderci a livello internazionale. Siamo molto orgogliose di ciò che abbiamo realizzato finora, ma sappiamo che c’è ancora molto da fare. Vogliamo portare il nostro messaggio a un pubblico sempre più vasto, in modo da poter raggiungere il maggior numero possibile di persone. Ci piacerebbe che il nostro brand fosse conosciuto in tutto il mondo come un simbolo di positività e inclusione, e ci impegniamo ogni giorno per realizzarlo. Siamo entusiaste delle sfide che ci attendono lungo la strada e non vediamo l’ora di vedere dove ci porterà il futuro.

Sembrate molto solidali: che rapporto avete con voi stesse? Avete raggiunto un equilibrio?

Quando ci chiedono del nostro rapporto con noi stesse, proviamo un mix di emozioni: ci sono momenti in cui ci sentiamo forti e sicure di noi stesse e altri momenti in cui possiamo sentirci insicure e vulnerabili. Tuttavia, crediamo che questa sia una sensazione comune a molte donne e che sia importante riconoscerla e accettarla come parte di noi stesse.

Cosa è la vita per voi?

È un’opportunità unica e straordinaria che ci è stata data. È un viaggio che ci porta a scoprire noi stessi, il mondo e gli altri. La vita è fatta di sfide, di alti e bassi, di momenti felici e difficili, ma è proprio grazie a queste esperienze che cresciamo e ci evolviamo come individui. Per noi di Invertika, la vita è superare i nostri limiti, vivere al massimo ogni momento e fare la differenza nel mondo che ci circonda. Significa anche guardare al di là delle apparenze, delle convenzioni e degli stereotipi e abbracciare una mentalità di apertura, di curiosità e di coraggio. In definitiva, la vita è ciò che noi facciamo di essa. La nostra responsabilità è vivere ogni giorno con passione, scopo e determinazione, abbracciando ogni opportunità di crescita personale e ogni possibilità di contribuire al mondo in cui viviamo.

Avete rappresentato l’imprenditoria giovanile e femminile in Italia durante  la premiazione al Quirinale in occasione della festa della donna e siete state  ospiti del presidente Sergio Mattarella. Raccontanteci come è stata questa esperienza?

Inutile dire che è stata un’emozione incredibile. Nessuna delle due ha particolare dimestichezza nel parlare in pubblico, quindi si può immaginare la tensione data dall’ “ansia da prestazione”, in quel momento e nei giorni precedenti. Nonostante ciò, è stato davvero un onore per noi poter rappresentare le donne in una giornata così importante e simbolica come l’8 marzo, e siamo felici di aver potuto raccontare in parte la nostra esperienza. Ci hanno scelte, probabilmente per i valori che rappresentiamo, sia come unione nord e sud, sia per la nostra scelta di creare una società in piena pandemia, sia per la filosofia del nostro brand con cui cerchiamo di trasmettere tutti i valori sani tipici dello sport con particolare riferimento alle donne. Non a caso la nostra filosofia è quella del nostro Pay off “sportswear for limitless women”. Donne forti e consapevoli che con  sacrificio, allenamento e duro lavoro, hanno il potere di raggiungere qualsiasi obiettivo soprattutto a livello di benessere psico-fisico.

Di cosa avete parlato nel vostro intervento in Quirinale?

Nel nostro discorso il tema centrale era legato al pregiudizio. Può sembrare un tema banale, già sentito e affrontato, ma, purtroppo, come abbiamo avuto modo di ascoltare anche dalle altre testimonianze, è ancora molto attuale. Il messaggio che abbiamo cercato di portare è stato un messaggio di uguaglianza, che, secondo noi,  è data dalla conoscenza. Ecco un estratto del nostro intervento: “Non esistono concetti assoluti: il mondo è pieno di sfumature e dobbiamo darci la possibilità di accettarle. Ogni persona, ogni storia, ogni cultura è a sé. Dobbiamo concederci la possibilità di capire anziché giudicare.  Che cos’è, in fondo, il pregiudizio? E’ quello che separa le persone, che scatena guerre, scontri e distanze sociali. E’ sinonimo di ignoranza, intesa nel senso letterale del termine: ignorare, non sapere. Perché solo la curiosità verso la conoscenza di qualcosa o di qualcuno, ci consente di sviluppare quella giusta elasticità che crea empatia. E solo con l’empatia possiamo vincere i conflitti, di qualunque forma essi siano.”

Cosa porta di diverso ciascuna di voi?

Noi siamo due ragazze molto diverse: una creativa e visionaria, l’altra pragmatica e organizzata. Una riflessiva, l’altra impulsiva. Una di Napoli e l’altra di Verona, due città che, per definizione, rappresentano gli antipodi negli stereotipi sugli italiani. In realtà siamo due donne che hanno dato vita ad un’idea. È  vero, per molti aspetti siamo diverse, ma da quando, un paio di anni fa, ci siamo dette: “Ok, dai proviamoci!” abbiamo scelto di essere una squadra. Anche questo lo abbiamo detto nel nostro intervento in Quirinale. Giada è la parte pragmatica e operativa, si occupa della parte commerciale e gestionale. Fabrizia è quella creativa e visionaria ma allo stesso tempo riflessiva. È la designer del brand, quindi colei che immagina, studia e definisce la collezione. Sicuramente ci compensiamo molto, perché lì dove c’è bisogno di calmare interviene Fabrizia, dove invece c’è bisogno di pressing per concretizzare al meglio le cose, c’è Giada.

Sui social, dove è possibile seguirvi?

Su Instagram come @invertikaofficial e su Facebook come Invertika. Inoltre, è possibile visitare il nostro sito web www.invertika.it per rimanere aggiornati sulle nostre attività e progetti. Siamo felici di avere nuovi seguaci e speriamo di vedervi presto sui nostri canali!

Lasciate un messaggio a chi sta leggendo…

Il messaggio ispiratore che sentiamo di voler lasciare ha a che fare con il potere dello sport.  Lo sport non è solo una forma di esercizio fisico, ma un modo per superare i propri limiti e raggiungere obiettivi che inizialmente sembrano impossibili. Invertika è il marchio che rappresenta questa mentalità, un brand che si dedica a donne forti e consapevoli che vogliono superare i propri limiti e guardare il mondo da una prospettiva diversa. Invertika ci insegna che la vera sfida non è solo vincere la gara, ma superare i nostri limiti e superare le barriere mentali che ci impediscono di crescere e di evolvere. Quindi, se volete fare la differenza nella vostra vita e raggiungere i vostri obiettivi, non arrendetevi mai e non abbiate paura di invertire la rotta, di guardare il mondo da nuove prospettive e di superare i vostri limiti. Invertika vi sostiene in questo percorso e vi invita a vivere la vostra vita al massimo.