• Ven. Giu 21st, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Shakespeare, il carnevale e l’arte: cultura e gioco nel week-end del 22 gennaio

DiVinicia Tesconi

Gen 20, 2023

Raccontare Shakespeare attraverso oggetti di uso comune: è la sfida vinta da Massimiliano Barbini con il suo spettacolo “Shakespeare da tavolo” nel quale, in scena, ci sono, appunto  un tavolo, lui e altre stoviglie. Si tratta di un progetto nato dall’esperienza de La Via del Funaro, prodotto dall’associazioneTeatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale che  va in scena ad appuntamenti mensili da ottobre 2022 e che sarà rappresentato venerdì 20 gennaio al centro culturale Il Funaro di Pistoia. Barbini racconta le opere note e anche meno note di Shakespeare e trasforma il semplice riassunto in uno spettacolo godibilissimo di una quarantina di minuti, in cui i protagonisti sono bicchieri, bottiglie, vasi, piatti e altri oggetti che incarnano Otello, Amleto, Re Lear e altri. Fra le opere proposte: Tito Andronico, Otello, Pericle principe di Tiro, Re Lear, La commedia degli errori, Amleto, Cimbelino.  Lo spettacolo seguirà l’aperitivo previsto per le 20 organizzato in collaborazione con Slow Food Pistoia.

Il carnevale inizia il 4 febbraio ma se avete voglia di un anticipo, soprattutto per i vostri bambini, il posto giusto è il Parco di Pinocchio a Collodi, dove tutti i weekend di gennaio e di febbraio va in scena Il carnevale dei bambini. Un programma denso di appuntamenti che parte dalle 10 del mattino e termina alle 16,30: dal truccabimbi ai laboratori di marionette, allo spettacolo dei pagliacci, alle giostre, ai giochi interattivi, alla pentolaccia, allo zucchero filato, alle sculture coi palloncini, alla Battaglia di coriandoli, il carnevale  a Collodi ha tutti i crismi, comprese le mascotte di Pinocchio, del Gatto e la Volpe.

Per chi ha, invece voglia di un’immersione nell’arte, c’è la prestigiosa mostra che mette in relazione artisti del passato e del presente allestita nella chiesa e nel chiostro di Sant’Agostino a Pietrasanta. La mostra è nata dalla collaborazione tra gli Uffizi e il comune di Pietrasanta e sarà aperta fino al 19 febbraio 2023. Un diaologo a distanza tra artisti che vede tra i contemporanei, la presenza di Francesco Messina, Costantino Nivola, Ugo Guidi, Piero Consagra, César Baldaccini, Arturo Carmassi, Marcello Tommasi, Dani Karavan, Niki de Saint Phalle, Jean Michel Folon, Igor Mitoraj, Helidon Xhixha.