• Lun. Mag 16th, 2022

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Massa: inaugurato lo sportello Assoconfam nella sede di Confimpresa Massa Carrara

DiDiari Toscani

Mag 2, 2022

Si è concretizzato con la firma di un protocollo d’intesa il progetto di Confimpresa Massa Carrara volto ad implementare i servizi al cittadino proposti da alcune associazioni del territorio, in particolare Assoconfam e Cittadinanzattiva , con lo scopo di aiutare le persone alle prese con bollette e fatture, truffe ai cittadini e segnalazioni ambientali e nel settore sanitario.
L’iniziativa è partita un anno fa e si è concretizzata sabato 30 aprile con l’inaugurazione ufficiale dello sportello, ospitato nei locali di Confimpresa Massa Carrara in viale Eugenio Chiesa, 22 a Massa. Erano presenti Daniele Tarantino, presidente Confimpresa; don Lorenzo Corradini, parroco della parrocchia di San Martino a Massa; Marco Volante, presidente Assoconfam; Enrico Baudinelli, coordinatore di Massa di Cittadinanza attiva; Sandro Scuto, presidente provinciale di Assoconfam; l’avvocata Stella Anastasi e la consulente Elisa Fornaciari.

L’incontro segna non un punto di arrivo ma la partenza, anzi, la ripartenza, come ha evidenziato Marco Volante, che ha portato il saluto del presidente nazionale di Assoconfam: “Siamo contenti che da Massa riparta questo progetto – ha commentato – e ringraziamo Daniele Tarantino per l’ospitalità. Una ripartenza importante caratterizzata da un nuovo polo di Assoconfam, associazione di tutela dei consumatori e delle famiglie a sostegno delle fragilità. I nostri sportelli sono aperti alle persone che hanno bisogno di chiarimenti e di aiuto: noi ci siamo”.
Ha preso parola anche Enrico Baudinelli di Cittadinanzattiva, associazione per la tutela dei consumatori: “Siamo conosciuti come tribunale del malato e si rivolgono le persone più marginali pensando che noi si possa agire con sentenze, organi esecutivi e ufficiali giudiziari. Niente di tutto ciò, noi puntiamo sulla partecipazione civile, rendendo il cittadino consapevole nell’importanza della partecipazione alla vita attiva”.
L’obiettivo, come ha ricordato poi l’avvocata Anastasi, è trovare soluzioni sia tra famiglie che le piccole imprese che si sentono schiacciate dai vari problemi burocratici che incontrano nei confronti di amministrazioni e imprese più grandi.
Anche don Corradini ha condiviso gli obiettivi: “Sul territorio si sviluppa un pensiero vittimistico nei confronti della burocrazia e serve un sostegno per restituire la fiducia al cittadino”.
Massa sta lavorando con altre realtà per lavorare insieme alla costituzione del gruppo Toscana Assoconfam.
Soddisfatto anche Sandro Scuto, successore di Irmo Vita venuto a mancare un anno fa, il quale aveva lavorato fino alla fine dei suoi giorni per difendere i diritti del cittadino. “Non posso che essere orgoglioso di questo incarico – ha detto Scutoche porterò avanti con impegno, come desiderava Irmo Vita, mettendo insieme le varie associazioni”.
Daniele Tarantino ha ricordato che l’incontro segna l’inizio di una nuova strada a fianco dei cittadini. “Ho conosciuto Irmo, insieme a Sandro ed Enrico ed è stata una bella esperienza da portare avanti con il supporto dell’associazione nazionale”.
L’incontro si è concluso con la consegna di una targa, dalle mani di don Corradini, ai familiari di Irmo Vita: la vedova Vilma, i figli Monica e Paolo, commossi nel ricordo.

Lo sportello Assoconfam resterà aperto nei giorni di lunedì e giovedì dalle ore 15 alle ore 17 in viale E. Chiesa a Massa; il martedì dalle ore 10 alle ire 12 in piazza San Martino a Borgo del Ponte.