• Lun. Feb 26th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Per un Genoa che cade, c’è una Lazio che stravince

DiDiari Toscani

Feb 12, 2024

Nuova giornata di campionato in attesa di farsi prendere a pallonate dal Bayern. Oggi si affrontano a Cagliari, la squadra locale e la Lazio reduce da una serie di figure di fango. I capitolini partono decisi con un buon controllo di palla, i sardi sembrano intimoriti e preoccupati per la classifica deficitaria. Gioca Marusic, questa volta a destra della difesa, credo che abbia fatto da garante al mutuo di Sarri, altrimenti non si spiega. Ci sono un paio di occasioni per la Lazio, che con Immobile impegna Scuffet. Tuttavia per passare in vantaggio serve un flipper impazzito che manco Oscar in Troppo forte, dei giocatori cagliaritani, in particolare uno che si chiama Azzi e ho detto tutto. Lazio avanti con il punteggio e qualche altra trama di gioco interessante, ma sempre con una lentezza che in confronto Quinto Fabio Massimo era un decisionista. Verso la fine del primo tempo Immobile tenta di controllare lo stato prostatico di un cagliaritano e sulla punizione seguente il Cagliari rischia di pareggiare spingendo Provedel al primo santino del giorno. La seconda parte inizia con i sardi più alti in pressing e i romani pronti al contropiede. Su un’azione di ripartenza, Ciro Immobile sigla da posizione defilata, era accanto al distributore fuori dello stadio, la sua rete numero 200 e la Lazio raddoppia. Tutto tranquillo direte voi, ma de che. Il tempo di rimettere la palla in gioco e Gaetano infila la palla all’incrocio dei pali, potete immaginare cosa esce dalla bocca di Provedel. Il Cagliari si porta in avanti sulle ali del goal ma i suoi attacchi risultano sterili. La Lazio controlla il gioco e Sarri fa delle sostituzioni. Escono Immobile e Luis Alberto e entrano Vecino e Castellanos, quest’ultimo si ricorda che è costato 20 milioni e si mette a piangere, figurati noi. Dopo qualche altro attacco cagliaritano, Anderson oggi in versione Felipe, segna il terzo goal. La partita si trascina lenta dimostrando la pochezza offensiva del Cagliari, che pur con 46 punte non impegna più di tanto Provedel salvandolo dalla scomunica papale. La Lazio torna a vincere e aggiusta la sua classifica e mercoledì, va beh Lotito dice che siamo competitivi, cisua.