• Dom. Mag 26th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Donne come noi – giorno 26: Donatella Beneventi

DiSelenia Erye

Ago 9, 2023

Donatella Beneventi è una giornalista e una guida turistica.

Il sogno della vita: Il sogno della mia vita era calcare il palcoscenico. Da ragazza ho studiato per un po’ canto lirico, poi qualche lezione di recitazione. Le poche volte che mi sono trovata in un teatro, ero la persona più felice del mondo. I miei genitori però non erano d’accordo, per assurdi pregiudizi sulle attrici, per cui ho mollato. Mi sarebbe piaciuto tanto, ma ormai è troppo tardi. Mentre forse non è tardi per un libro, un romanzo che covo da tempo, ma che non ho mai  veramente iniziato. Chissà, forse, un giorno…

Cosa rappresenta per te l’amicizia: L’amicizia è importante, ma mi ha riservato qualche delusione. Ho un affetto che fa parte della mia vita anche se non ci vediamo mai: Patrizia, è l’amica della mia infanzia, una presenza che mi ha accompagnato, non senza battute di arresto. Le voglio un mondo di bene, e credo che lo sappia. Ho provato un dolore lancinante a perdere Benedetta, l’amica che mi ha accolto a Carrara, lei me la porto nel cuore, sempre. E poi ci sono le amicizie nate per affinità elettive, ho una vita molto popolata. Alessandra, con cui condivido anche un percorso di iniziative politico sociali, Patrizia, collega raffinata, Gaby, teutonica, altra collega affettuosa e generosa, queste sono solo alcune. Carrara è stata generosa con me, lo ammetto, anche nel mio intimo periodo di crisi.

Che posto ha l’amore: L’amore non è stato mai facile, ho avuto una gioventù tormentata. Ho trovato in mio marito la tranquillità, la stabilità di cui avevo tanto bisogno:  le nostre figlie sono l’amore più puro che ho conosciuto. Sono l’amore con la A maiuscola. Poi ho un altro amore, che mi sono conquistata: è il mio lavoro. È un altro matrimonio, lungo 30 anni quasi, con qualche pausa “tecnica” : sono una gran tifosa della nostra Italia e parlare ogni giorno con persone di tante nazionalità delle bellezze e delle tradizioni del nostro paese è un onore e un privilegio.

Cosa speri nel tuo futuro: Nel mio futuro vorrei essere come mia madre, che non si è arresa davanti a niente. Vorrei fare qualcosa di importante per questa città, con la quale  litigo quasi tutti i giorni, ma poi mi intenerisce. Ho paura della morte, adoro vivere, vorrei vivere per sempre..