• Dom. Mar 3rd, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Archeologia dell’anima

DiMarco Germelli

Lug 25, 2023

Avete mai giocato, da bambini, al famigerato gioco del blocco da scavare, a colpi di martello e scalpello, per riesumare il fossile in esso contenuto? Se pensate che i bambini di oggi, qualora glielo proponeste, ve lo tirerebbero dietro, avete probabilmente ragione. Alla luce di ciò, perchè non riproporre quel gioco a noi stessi, anche se bambini non lo siamo più? E, se è effettivamente vero che non siamo più bambini, perchè non riportare alla luce il bambino che è ancora in noi, scalpellandolo fuori dal blocco di adulto grigiore che lo ha imprigionato? Per comprendere al meglio come fare, c’è bisogno di un esempio concreto.

Recatevi dunque, come nello scorso episodio, in Via Carriona a Carrara, nello specifico presso il civico n. 66. Proprio sulla facciata di quella palazzina, scoprirete che il tempo, grattando via pian piano la coltre di cemento in cui era incastonato, ha infine scoperto un fossile….e, guarda caso, era ed è il fossile di un bambino! Con la sua spensieratezza, la sua fantasia, la sua leggerezza, la sua curiosità e la sua voglia di segate, da qualche parte nell’universo la nostra infanzia giace fossilizzata e fa le cose senza di noi.

Prendiamo martello e scalpello e corriamo dunque a liberarla, prima di diventare noialtri, fossili😄.