• Mer. Lug 17th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Resistere-Esistere, rassegna Attorno al 7 luglio: dalle donne iraniane alle drag queen dieci eventi  organizzati dal comune di Carrara

DiVinicia Tesconi

Lug 3, 2023

L’anniversario del 7 luglio: la rivolta delle donne carraresi che si opposero ai tedeschi, impedendo lo sfollamento della città, è ormai diventato un appuntamento culturale di rilievo della vita cittadina, attorno al quale, da diversi anni fioriscono eventi e manifestazioni. Quest’anno, per la prima volta, il comune di Carrara con l’assessorato alla cultura, ha deciso di raccordare tutte le varie iniziative  relative al 7 luglio e di patrocinarne direttamente alcune. Dieci eventi ideati dalle associazioni A’m l rum da me, Centro di documentazione Aldo Mieli ed Enrica Pizzicori,  sono organizzati dal comune di Carrara in collaborazione con il sindacato CGIL, associazione Oltre, Mondadori bookstore, Bebop Comunicazione. Nella mattinata di lunedì 3 luglio è stato presentato il programma della rassegna in comune alla presenza dell’assessore Gea Dazzi, di Carlotta Moretti e Martina Ceccarelli dell’associazione A’m l rum da me, di Enrica Pizzicori, di  Luca Locati Luciani  del Centro documentazioni Paolo Mieli. “Le celebrazioni del 7 luglio sono una manifestazione identitaria per la città – ha detto l’assessore alla cultura Gea Dazzi – Quest’anno, intorno alla memoria storica delle donne del 7 luglio ce ne saranno una trentina raccolte in un contenitore che comprende sia eventi liberi, sia eventi organizzati dal comune. Il titolo dei dieci appuntamenti patrocinati dal comune, Resistere-Esistere parla chiaro: la  resistenza che non può essere individuale ma collettiva e l’esistenza  è l’affermazione della possibilità di resistere e autodeterminarsi nel mondo. La  resistenza è un  processo che non può finire mai, anche se c’è ancora molto da fare nella collettività per affermare diritto a resistere”. Le ragazze di A’m l rum da me hanno sottolineato l’importanza della collaborazione nell’organizzazione della rassegna: “Vogliamo ringraziare Elena Beisso che ha sostenuto il progetto e vogliamo ricordare che in città c’è fermento: ci sono tanti che hanno molta voglia di fare, ma, spesso, mancano i mezzi. Per questo la possibilità di collaborare diventa molto importante. Nella rassegna abbiamo voluto portare i temi che sentivamo più vicini per cui si parlerà della situazione in Iran, della realtà delle navi da soccorso delle ong con la partecipazione della giornalista e attivista Martina Morini, impegnata a documentare la realtà delle navi delle ong che sarà accompagnata da Angelo Selim, capitano delle navi da soccorso delle ong, e, grazie al centro di documentazione Paolo Mieli anche di drag Queen.  Ci sarà poi la collaborazione con la Cgil per lo spettacolo Le signore non parlano di soldi con Lara Ghiglione e una lettura tratta da un testo di Soledad Nicolazzi, interpretata dalla stessa Soledad e da Dalia Padova. Infine la presentazione del libro “Nessuna sottomissione” di Chiara Bottici curata dall’associazione Non una di meno”.

Enrica Pizzicori ha spiegato nel dettaglio l’evento di giovedì 6 giugno che unisce un happening curato da lei e da Mina Bahiraee e dedicato alla situazione in Iran alla presentazione del libro di Giuliana Sgrena “ Donne ingannate”: “Mina è di origine iraniana. Ha fatto un’accurata ricerca dei nomi di tutte le vittime dell’ultima repressione del regime islamico ed è riuscita a ricostruire una lista di oltre 800 persone. Nel corso della presentazione del libro di Giuliana Sgrena, che si terrà in piazza delle Erbe,  tre artiste riempiranno tre totem con i nomi delle vittime iraniane. La serata terminerà poi con la proiezione del film d’animazione di Majane Satrapi: Persepolis”.

“Con Attorno al 7 luglio si è creata una rete inusuale di vari soggetti – ha dichiarato Luca  Locati Luciani – anche diversi tra di loro ma uniti da un forte sentimento di antifascismo e essere stati contattati per partecipare  è stato, per noi, un grande onore. Il nostro contributo ha portato all’organizzazione della serata finale della rassegna, domenica 9 luglio, per la quale volevamo realizzare una grande festa, che mantenesse, tuttavia, un deciso taglio politico perché le manifestazioni del 7 luglio sono manifestazioni fortemente politiche. Quindi siamo partiti dalle considerazioni relative al divieto per i minorenni di assistere agli spettacoli delle Drag Queens, sempre più diffuso negli Stati Uniti, che è stato accolto anche in Germania e che si sta diffondendo in diversi stati europei.  Il mondo delle Drag Queens spaventa e affascina contemporaneamente e spesso subisce divieti dalla politica. Abbiamo deciso di analizzare questo mondo che non è solo un semplice modo di fare spettacolo, ma è strettamente legato ai movimenti politici queer  (strani, non convenzionali) che sono nati proprio dal mondo drag. Si tratterà, quindi, di un dialogo con due Drag Queen, Magika  Kontessa e Savage Dickson,  per ripercorrere la storia del movimento drag e anche la storia personale dei due ospiti che, attraverso la loro esperienza hanno potuto comprendere la loro identità di genere, tanto che uno sta affrontando il percorso di transizione da uomo a donna. Un evento per il quale abbiamo avuto la collaborazione di Arcigay. Al termine dell’incontro si sarà un djset e un laboratorio per permettere a tutti quelli che lo vorranno di vestire i panni di una Drag Queen.

Il Centro di Documentazione Aldo Mieli nasce a Carrara nel 2021, come naturale evoluzione dell’archivio privato di Luca Locati Luciani, diventando così un luogo pubblico e aperto a chiunque faccia ricerca su temi LGBTQIA+ con sede in piazza Alberica. Aldo Mieli, fu pioniere della liberazione sessuale e omosessuale negli anni Venti del secolo scorso, vicino ai movimenti di liberazione omosessuale tedeschi. La titolazione a lui dell’archivio vuole essere un omaggio a una figura ancora poco conosciuta in ambito LGBTQIA+, che pagò il suo essere ebreo e omosessuale in un’Italia ormai succube del regime fascista con un autoesilio all’estero a partire dal 1928.

Ecco il programma della manifestazione:

Mercoledì 5 luglio. Piazza Gramsci, ore 19, ‘ Yin Yoga & Storytelling sul mito di Artemide’ con Mara Guadagni.

Giovedì 6 luglio. Piazza delle Erbe, ore 19,  ‘Never Forgive Never Forget”  happening  a cura di Enrica Pizzicori e Mina Bahiraee. Piazza delle Erbe, ore 19, Giuliana Sgrena presenta il suo libro ‘Donne Ingannate’.  Piazza delle Erbe, ore 21.30,  proiezione del film d’animazione ‘Persepolis’ di Marjane Satrapi.

Venerdì 7 luglio. Palco della Musica, piazza Gramsci, ore 19, Azzurra Rinaldi presenta il suo libro ‘Le signore non parlano di soldi’ dialogando con Lara Ghiglione. Iniziativa  in collaborazione con CGIL Massa-Carrara. Piazza delle Erbe, ore 21, ‘A piazza delle Erbe!’, lettura tratta dall’omonimo spettacolo di e con Soledad Nicolazzi e Dalia Padova, Compagnia Stradevarie.

 Sabato 8 luglio. Piazza delle Erbe, ore 19, la presentazione del libro “Nessuna sottomissione” di Chiara Bottici in dialogo  con Non una di Meno di Massa – Carrara. Piazza delle Erbe, ore 21, conferenza di Martina Morini, in dialogo con Angelo Selim, dal titolo ‘A bordo della Sea Eye,  così si salvano 109 vite’.

Domenica 9 luglio. Piazza delle Erbe, ore 19, ‘Drag è protesta’, talk con Eleonora Santamaria, Majid Capovani e Luca Locati Luciani. Piazza delle Erbe ore 21, laboratorio Drag e dj set con Magika Kontessa e Savage Dickson.