• Dom. Mar 3rd, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

 Un milione di visualizzazioni per il post sulla villa di Poveromo nella pagina Correva l’anno…

DiVinicia Tesconi

Mag 18, 2023

La storia della villa che fu della regina Paola del Belgio, a Poveromo, raccontata in un post sulla pagina facebook Correva l’anno…, ideata e gestita dallo storico massese Franco Frediani ha superato il milione di visualizzazioni. Un successo notevole anche per una pagina, dedicata alla storia di Massa in particolare,  che è comunque molto amata  e seguita proprio per le sue “gocce” di storia, colore, costume e arte locale. Il post, come si dice in gergo, è diventato “virale” ed ha attirato attenzione, e like, ben oltre i confini geografici della provincia apuana, portando il contatore delle visualizzazione ai livelli dei più famosi influencer. Un meritato successo per il certosino lavoro di ricerca che Franco Frediani fa, quasi quotidianamente, presso l’Archivio di Stato alla ricerca di notizie, curiosità,  aneddoti particolari sulla storia di Massa.  Il post sulla villa voluta da Fulco Ruffo di Calabria ha registrato anche 634 commenti e 1734 like ed ha contribuito – come ha sottolineato lo stesso Frediani – a rendere più conosciuta la località di Poveromo. Ecco il testo originale del post “milionario”:

Correva l’anno 2012 e……………….il cantante Andrea Bocelli vendeva all’industriale della finta pelle Enrico De Marco la villa a Poveromo, villa appartenuta alla famiglia Ruffo di Calabria. Si disse che la cifra ammontasse a 10 milioni di euro. La villa, trenta stanze, stucchi e arredi principeschi, un porticato dall’architettura liberty e un vasto parco, era stata costruita, tra il ’29 e il ’31, su progetto dell’architetto Gherardo Bosio, su un terreno di circa un ettaro acquistato dal Conte Augusto Gazelli dei Conti di Rossana e San Sebastiano, padre della contessa Luisa che aveva sposato l’asso dell’aviazione Fulco Ruffo di Calabria. La coppia ne fece la casa delle vacanze estive : la sua posizione, a poche decine di metri dalla spiaggia, in quegli anni praticamente deserta, rendeva il luogo ideale per le bagnature. Alla morte di Fulco, che lo colse proprio in vacanza il 23 agosto del ’46, la villa continuerà ad essere frequentata da Paola, l’ultimogenita nata a villa Claudia di Forte dei Marmi l’11 settembre del ‘37, e lo sarà anche dopo il matrimonio contratto nel ’59 col principe Alberto del Belgio. La coppia, spesso fotografata in spiaggia, con gran fastidio di Alberto (il nostro Nizza ebbe a constatarlo) non disdegnava la vita notturna. Del vicino Oliviero, erano ospiti di riguardo e assidui frequentatori. Cambiati i tempi, i sovrani, dapprima affittarono la villa alla pensione Internazionale, in seguito la vendettero all’industriale carrarese del marmo Egisto Nardi e questi, dopo pochi anni  a Bocelli. L’ultima visita della Regina risale ad alcuni anni fa. Al futuro Sindaco di Massa  chiederemo di conferire a Paola la cittadinanza onoraria. Parte del vasto terreno fu poi donato da Luisa Gazelli al figlio Fabrizio che a sua volta vi ha costruito una villa, credo tutt’ora frequentata dal figlio Fulco e dalla moglie Concita Borrelli.