• Sab. Apr 20th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Da una figlia a una mamma

DiDiari Toscani

Mag 14, 2023

da Veffa Ghirlanda a sua madre Gigliola

A Gigliola, mia madre, piaceva spalmarsi panetti di burro sul pane,  cospargerli di zucchero e affondare i denti in quella bomba di grassi

Le piaceva impastare e le sue mani avevano sempre un po’  di farina secca appiccicata, le piaceva fare lunghi pediluvi, aveva piedi grossi e dita adunche e una pelle bianchissima e morbida come il burro che trangugiava.

Il suo motto era :“ A tavola non si invecchia “

Le piaceva il calcio ma non disdegnava nessun tipo di sport, naturalmente sprofondata nella sua poltrona preferita.

Amava i gatti.

Gigliola non sopportava chi non apprezzava il cibo, i medicinali, i bigotti “ magnaostie” e chi sporcava in terra…

Occhi verdi, robusta, si vestiva  con ampie gonne color pastello e camicette floreali adorava la regina Elisabetta.

Mi ha insegnato a gioire delle piccole cose, mi ha fatto sentire bella e amata,

e a vedere sempre il bicchiere mezzo pieno…

Un altro suo motto: “Non disperare, nasce il vitello cresce l’erba”.

Gigliola Tartarelli Ghirlanda era una signora di Marina di Carrara, molto amata e conosciuta da tutti. Tifosa sfegatata della Fiorentina e della Portuale e madre di Veffa, “la maestra Veffa“, insegnante tra le più stimate e apprezzate della storia della scuola carrarese, oltre che straordinaria autrice di racconti, alcuni dei quali pubblicati su Diari Toscani.

Da Diari Toscani, con le parole di Veffa Ghirlanda: Auguri a tutte le mamme!