• Ven. Giu 21st, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Campionati di astronomia: vincono due studenti del Marconi ed entrano nella nazionale Italiana di Astronomia

DiDiari Toscani

Apr 25, 2023

Ennesimo successo in campo astronomico per il liceo scientifico Marconi di Carrara: nella splendida ed innevata cornice di Cortina d’Ampezzo, Francesco Manetti della classe  I^ C e Sebastian Furlan della V^ B, hanno vinto, nelle rispettive categorie, la finale dei Campionati Italiani di Astronomia 2023. Si tratta della competizione nota come “Olimpiadi di astronomia”, che, fino al 2026, come tutte le altre competizioni studentesche, dovrà mantenere la dicitura di  “Campionati” per questioni di copyright legate allo svolgimento delle Olimpiadi sportive Milano-Cortina 2026. I due studenti del Marconi, grazie al successo riportato sono entrati a far parte del team che rappresenterà l’Italia nel mondo alle prossime gare Internazionali: un grande traguardo per Francesco Manetti, che partecipava, per la prima volta, alla competizione, e una conferma per Sebastian Furlan,  già vincitore delle due passate edizioni delle Olimpiadi 2019 e 2021, del concorso Schiaparelli del 2022, nonché già membro della nazionale Italiana di astronomia nel 2019, con la quale ha vinto la medaglia di bronzo alle Internazionali di Piatra Neamt, in Romania. A Furlan è andata anche una targa speciale, in quanto partecipante a ben quattro finali nazionali.

Alla finale di Cortina, svoltasi dal 18 al 21 aprile, partecipavano 90 studenti provenienti da tutta Italia, selezionati tra i 9323 iscritti alla competizione attraverso due precedenti gare (gara di istituto a dicembre e gara interregionale a febbraio) e suddivisi nelle quattro categorie junior 1, junior 2, senior e master a seconda dell’anno di nascita. Quattro gli studenti del Liceo scientifico di Carrara che hanno partecipato: oltre ai due vincitori c’erano anche Salvatore Scicolone  della II^ C e Paolo Marino della III^ B, entrambi vincitori della gara interregionale. I finalisti sono stati accompagnati a Cortina d’Ampezzo dal professor Luca Angeloni,  che li ha preparati durante l’anno scolastico attraverso lezioni pomeridiane. I ragazzi hanno dovuto affrontare sia una prova pratica, consistente nell’analisi di dati astronomici, sia una prova teorica, nella quale gli esercizi spaziavano dalle orbite di un sistema binario di stelle, alle osservazioni del cielo dello scoiattolo Corty (la mascotte dei mondiali di sci di Cortina 2021), dal diametro dell’orizzonte degli eventi del buco nero al centro della Galassia, fino al calcolo dell’ora del sorgere di Marte all’equinozio di autunno, nota la sua posizione in cielo nell’equinozio precedente.

Per Francesco e Sebastian, così come per gli altri componenti della nazionale, sono previsti ulteriori allenamenti durante i mesi estivi: l’Istituto Nazionale di Astrofisica e la Società astronomica Italiana organizzeranno, infatti, per i vincitori uno stage presso Riace, a Reggio Calabria e degli osservatori astronomici professionali, per prepararsi ad  affrontare le impegnative gare internazionali (teorica, pratica, osservativa), che quest’anno per la categoria Senior-Master si terranno in Polonia, mentre per la categoria junior 2, la competizione è ancora in via di definizione, vista la delicata situazione internazionale.

A Francesco Manetti e Sebastian Furlan sono andate le più sincere congratulazioni da parte del corpo docente del liceo e della dirigente scolastica Stefania Figaia.