• Lun. Feb 26th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Presentato il Florence Korea Film Fest

DiSilvia Meacci

Apr 2, 2023

Fino al 7 aprile, al Teatro della Compagnia, in occasione del Florence Korea Film Fest, il più importante festival italiano dedicato alla cinematografia sudcoreana contemporanea, gli appassionati potranno assistere a oltre 70 film, documentari, corti e perfino masterclass in cui incontrare protagonisti e registi. Star della kermesse, il popolarissimo attore Park Hae-il. A lui sarà dedicata una selezione di sette suoi film tra cui “Hansan: Rising Dragon”, il film che ha inaugurato il festival, diretto da Kim Han-Min, e dedicato alla storica battaglia dell’isola di Hansan.

Firenze avrà anche il grande onore di accogliere in persona il regista premio Oscar, Joon Bong Ho. Nonostante i suoi fitti impegni per la lavorazione del nuovo film, “Mickey 17“, che uscirà nel 2024, il maestro ha confermato già a Natale la sua presenza in città per la masterclass del 6 aprile e la proiezione del suo “Mother“, nella nuova versione in bianco e nero, dopo un lungo lavoro di color correction, eseguito fotogramma per fotogramma, come del resto ha già fatto per “Parasite“.

Questa edizione del festival vede, anche, una nutrita sezione di prodotti cinematografici di registe donne. Il 4 aprile sarà la giornata dedicata all’universo femminile. Alla masterclass mattutina saranno presenti la pioniera della new-wave coreana, la prima donna ad imporsi come autrice cui dare fiducia e responsabilità di successo. Stiamo parlando della grande Yim Soon-rye che si confronterà con la “nuova leva”,  ma già conosciuta, July Jung che presenta un film di denuncia sociale sul precariato. Il festival punta i riflettori anche sul mondo del “webtoon“, ossia un tipo di fumetto digitale concepito per essere letto sullo schermo del pc, dello smartphone. Gli “webtoon”, nati in seguito ad una grande crisi editoriale,  sono messi a confronto con i “manhwa“, i fumetti coreani per eccellenza, in una mostra realizzata in collaborazione con la Busan IT Industry Promotion Agency.

Presentando ai giornalisti l’edizione 2023 della kermesse, il presidente della Toscana, Eugenio Giani ha ricordato quando, per la prima volta, ventun anni fa, Riccardo Gelli, dell’associazione Taegukgi e direttore del festival, manifestò l’idea vincente di portare il cinema coreano a Firenze all’Arena di Campo di Marte, tanto che la rassegna partì in modo molto spontaneo, per poi raccogliere ogni anno sempre maggiori successi.

I festival sono occasioni preziose per risvegliare l’attenzione, per consentire di approfondire le potenzialità culturali del paese ospitante, per far germinare momenti di contaminazione, grazie anche agli eventi collaterali e ai meccanismi di ospitalità. Durante il cocktail tenutosi nel meraviglioso Hotel Baglioni, in onore della delegazione coreana, l’attore Park Hae-il, gli illustratori Kim Woo-seop, Jeong Kyu-ah e gli altri hanno manifestato grande apprezzamento:

“Abbiamo avuto modo di visitare Firenze in questi giorni ma dall’alto è incredibile, da questa terrazza sembra di stare dentro un film e di toccare il Duomo con un dito”. I protagonisti del festival, gli organizzatori e gli addetti del settore sono stati accolti dal gentilissimo Emanuele Papi, marketing manager: “L’ Hotel Baglioni abbraccia la Corea con l’ospitalità italiana, con l’eccellenza dei vini toscani e le prelibatezze della tradizione rivisitate per conquistare il palato orientale”.

Maggiori info su koreafilmfest.com

Foto di Silvia Meacci