• Ven. Giu 21st, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Rupestre-I segni del marmo: il libro fotografico di Andrea Bartolucci a Spazio Alber1ca

DiDiari Toscani

Mar 7, 2023

Sarà presentato giovedì 9 marzo, alle 18, all’ex Ospedale San Giacomo di Carrara, il volume fotografico Rupestre- I segni del marmo di Andrea Bartolucci edito da Open One Edizoni Pietrasanta. La presentazione, che sarà curata dallo storico dell’arte Costantino Paolicchi, sarà seguita da una lezione di fotografia tenuta dallo stesso Bartolucci, e fa parte della rassegna “L’Arte di guardare l’Arte – conoscere il passato, interpretare la contemporaneità”, organizzata dal Circolo Spazio Alber1ca, con  lo scopo di avvicinare il pubblico al mondo della fotografia attraverso lo sguardo di un fotografo professionista. Nel libro Rupestre, Bartolucci attraverso le geometrie più intime del marmo e della luce,  svela la bellezza senza tempo della pietra e dei luoghi ad essa deputati, nell’ambiente unico ed irripetibile delle Alpi Apuane, dove il paesaggio del marmo si completa con l’orizzonte del mare. “La mia personale ricerca fotografica – ha detto Bartolucci –  vuole essere una lettura del paesaggio originale e visionaria, concentrata sugli elementi essenziali della scena, dove non appare quasi mai la figura umana. Le immagini che catturo sono percezioni ottico-emotive che prescindono dal valore intrinseco del soggetto, focus primario della scena, e concentrano la loro essenza nella ricerca del potenziale estetico, nel gioco luce-ombra e negli effetti grafici conseguenti. Un processo visivo sintetico, apparentemente semplice. Uno sguardo particolare e un modo di vedere, che attraverso una partitura minima, evochi una totalità contemplativa reale ed onirica al contempo. Una semplicità formale ed una sintesi compositiva essenziale, che accolga in sé armonia, movimento, ambiguità e contrasto.”

Andrea Bartolucci è nato in Versilia, in provincia di Lucca, dove vive e lavora. Ha realizzato progetti editoriali-espositivi di ricerca su paesaggio, architettura ed archeologia industriale in ambito nazionale ed internazionale, con numerose esposizioni sia personali che collettive, collaborando con critici, storici e giornalisti di grande rilievo nel panorama culturale italiano. Ha all’attivo numerose e qualificate  recensioni sulla stampa specializzata e sui mass media radio televisivi. Diversi sono anche i progetti per l’arte contemporanea in cui l’immagine dialoga con materiali moderni come plexiglass, alluminio, materiali di recupero. Collabora stabilmente con fondazioni e centri culturali come docente di corsi didattici e workshops su composizione fotografica e lettura critica dell’immagine. Sue immagini si trovano in spazi pubblici e privati sia in Italia che all’estero (Francia, Stati Uniti, Argentina).

Prenotazione obbligatoria all’indirizzo mail: spazioalberica@gmail.com