• Gio. Lug 18th, 2024

Diari Toscani

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Carrarese flop in Coppa, passa il Pontedera

DiGiuseppe Braglia

Ott 5, 2023

Paga a caro prezzo, la Carrarese, il primo gol stagionale subito in gare ufficiali allo stadio dei marmi Quattro Olimpionici Azzurri. Costa, infatti, agli azzurri l’eliminazione immediata dalla Coppa Italia per opera del Pontedera che accede ai sedicesimi di finale grazie all’1-0 finale. Mister Dal Canto, che guarda il match dalla tribuna, fatto salvo il portiere Bleve, cambia gli altri dieci undicesimi rispetto alla formazione iniziale che nel turno precedente di campionato aveva sconfitto l’Entella.  A parte una colossale occasione iniziale capitata a Panico, su uno svarione della difesa ospite, sprecata malamente calciando sul portiere avversario, la Carrarese, pur esercitando, per tutto il primo tempo, una costante supremazia territoriale, non riesce mai a rendersi seriamente pericolosa e a dare profondità alle sue offensive. Ancora meno fa il Pontedera, tanto che, per tutta la prima frazione di gara, il portiere azzurro Bleve non viene mai chiamato in causa

Nella ripresa mister Dal Canto prova a modificare l’inerzia della gara a favore della Carrarese, inserendo prima Simeri per Morosini e poi Palmieri Della Latta e Coppolaro per Zuelli Belloni e Cartano, ma l’unico risultato ottenuto è quello di sbilanciare l’equilibrio della squadra nel tentativo di sbloccare il match. È però il mister ospite Canzi a fare il cambio giusto col trequartista Benedetti, che prima impegna Bleve in una non facile respinta in calcio d’angolo e poi, approfittando di un errore in ripartenza degli azzurri, appena dentro l’area piazza la palla sotto la traversa e porta in vantaggio il Pontedera. La mossa della disperazione con l’ingresso di Capello per Capezzi  frutta un calcio di rigore, procurato proprio dall’appena subentrato Capello. Si incarica della trasformazione Panico che a completamento di un pomeriggio da dimenticare a livello personale spreca l’occasione del possibile pareggio con un tiro poco angolato alla sinistra del portiere ospite.

Finisce col Pontedera che festeggia il superamento del turno e la Carrarese che lascia con grande amarezza e delusione la manifestazione tricolore. Per gli azzurri necessario un bagno d’umiltà, per mister Dal Canto interrogativi a cui trovare una soluzione perché è evidente che se in un match casalingo non si trova la via del gol qualche correttivo occorre trovarlo e anche in fretta. Adesso questo incidente di percorso va analizzato e metabolizzato velocemente, perché il campionato già incombe. Lunedì infatti la Carrarese è attesa da una trasferta molto insidiosa a Gubbio, essendo gli umbri reduci dalla prima sconfitta in campionato maturata in modo rocambolesco a Pescara. Nel Gubbio militano molti ex a partire dall’allenatore Piero Braglia per passare a Vettorel, Rosaia, Mercati e Frey. Un motivo in più per fare drizzare le antenne agli azzurri.