• Mer. Ott 5th, 2022

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Se, dinanzi al civico 6 di via Cavour, a Carrara, alzate lo sguardo, nella facciata, scorgerete quella che amo definire (prendete la definizione più sul faceto, che non sul serio) “l’opera d’arte meno fruibile della città”….Si tratta, invero, piuttosto chiaramente, di una figura di Madonnina in preghiera, ma, posta talmente in alto e celata abbastanza in profondità, dentro un incavo nel muro, che la nasconde allo sguardo più che mostrarla al mondo, da risultare inaccessibile all’uomo della strada (certo, a meno che non sia dotato di una scala da pompiere o di un dispositivo analogo ). In un mondo in cui la bellezza estetica viene fin troppo frequentemente e spudoratamente ostentata, forse, questa opera sta lì a ricordarci che, quella bellezza, talvolta, è meglio intuirla, indovinarla e – perché no – immaginarla, piuttosto che averla lì, a portata di mano e di sguardo.