• Mar. Giu 28th, 2022

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Come passare una serata indimenticabile a Firenze: Florence Dance Festival

DiSilvia Meacci

Giu 22, 2022

A Firenze, al centro dell’estate fiorentina, da mercoledì 22 giugno a domenica 24 luglio, si terrà la 33^ edizione del Florence Dance Festival nel chiostro grande della basilica di Santa Maria Novella. Una cornice unica per un palcoscenico circolare dotato di tecnologia, illuminazione ed effetti teatrali spettacolari. A iniziare il festival alle ore 21.30 sarà l’opera con Il ritorno di Ulisse in patria di Claudio Monteverdi a cura di Opera network e Ensemble San Felice e a concluderlo sarà la musica con l’orchestra da Camera Fiorentina, diretta da Giuseppe Lanzetta in Viva la vida, un tributo ai Coldplay. Nelle altre date gli appassionati dell’arte coreutica avranno l’imbarazzo della scelta vista l’offerta variegata di balletti. Saranno presenti, tra gli altri: Fondazione nazionale della danza/aterballetto, Il nuovo balletto di Toscana, Kinesis CDC, Mystes dance company, Lior Tavori, Equilibrio dinamico, Cie rue serendip e lo special guest Andrea Marino, solista al teatro di Monaco di Baviera. Assolutamente da non perdere lo spettacolo “La Edad de Oro” di Israel Galvan, massimo artista di flamenco dei nostri tempi, che si esibirà accompagnato da David Lagos (voce), Alfredo Lagos (chitarra), Pedro LeónLights e Ruben Camacho (suono) nei giorni lunedì 11 e martedì 12 luglio.

Per presentare il festival alla stampa è stata organizzata, martedì 21 giugno, una conferenza nella villa medicea del Poggio Imperiale i giornalisti sono stati accompagnati in una visita guidata a cura dell’Associazione Poggio Imperiale. Poi, all’interno della sala bianca, i due direttori artistici Marga Nativo e Keith Ferrone hanno illustrato il programma ricco e dinamico del festival che quest’anno si intitola: “Indossare l’arte”. “Wear art” nel senso di abbracciarla ed esserne avvolti nel suo effetto benefico. La danza che salva, che cura. Dopo i tempi bui della pandemia, abbracciare l’arte dal vivo significa essere circondati dalla passione e sentire il calore e le emozioni dei ballerini. La danza come via d’uscita in un cammino rigenerante.
L’anno scorso – ha detto Keith Ferronea causa delle restrizioni dovute al Covid è stato difficile organizzare l’evento. Abbiamo così ideato un progetto, Twilight in the round 2021, una call for artists per facilitare la mobilità e lo scambio di artisti provenienti dalla scena internazionale“.
Quest’anno il festival ha rilanciato Twilight in the round 2022 per dare spazio ai ballerini e ai coreografi emergenti. Sono arrivate quasi 200 candidature da tutto il mondo.
Cinque serate (da giovedì 30 giugno a venerdì 8 luglio) saranno dedicate agli artisti selezionati. Ecletticità, originalità e nuove tendenze, basti pensare al gruppo di ballerini provenienti dalla Costa d’Avorio che si esibirà con un pezzo sul calcio “Balle au pied” in una scenografia suggestiva che simula appunto un campo di calcio.
Marga Nativo, prima ballerina étoile del Teatro comunale di Firenze, ha tenuto a sottolineare quanto sia importante per lei e per i suoi allievi confrontarsi con le nuove tendenze coreutiche. La danza si alimenta e procede così: “La danza fa pensare e volare al di sopra delle cose materiali ed è un’arte che educa alla pace“.
La sua produzione inedita che andrà in scena lunedì 19 luglio, intitolata “1943”, è stata presentata in anteprima come omaggio ai giornalisti durante la conferenza stampa. Si tratta di una coreografia suggestiva che affronta il tema dei soldati costretti ad andare in guerra: un’opera che si adatta tristemente a ogni epoca storica.
La compagnia dei giovani danzatori FloDance2.0, con la bravissima protagonista Giada, diciassettenne, è riuscita ad emozionare tutti i presenti.

Per chi è appassionato di danza, è possibile formate un gruppo di minimo cinque persone per avere la possibilità di incontrare gli artisti e ricevere un biglietto omaggio per il capogruppo grazie a “Looking for… wear art groups!!!“, un’iniziativa del festival.

Biglietti da 10 a 30 euro (riduzioni over 65, under 18, Unicoop Firenze, studenti universitari, iscritti scuole di danza).
Prevendite online su circuito Box office Toscana e Ticketone.
Il programma completo su https://www.florencedancefestival.org/