• Lun. Mag 16th, 2022

Giornale di cultura, viaggi, enogastronomia e società

Massa, lavoro, Tarantino (Confimpresa): “Chiediamo un confronto con l’amministrazione e i rappresentanti di categoria per discutere il piano del commercio”

DiDiari Toscani

Mag 12, 2022

Massa: lavoro, commercio, imprese al primo posto nell’interesse della città. Quale è il futuro per il commercio di Massa? L’interrogativo parte dall’associazione Confimpresa Massa Carrara, anche alla luce dell’indagine demoscopica recentemente commissionata dall’associazione alla Noto sondaggi e che ha evidenziato come, nelle preoccupazioni dei cittadini massesi, al primo posto ci siano i temi del lavoro, del commercio e delle imprese. “È un tema molto caldo – spiega il presidente, Daniele Tarantinomolte sono le persone che cercano un lavoro sicuro per i propri figli o per reinventarsi dopo averlo purtroppo perso, ma ci chiediamo quale sia il progetto di sviluppo della nostra città, per aumentare i posti di lavoro. Come evidenziato nelle ultima riunione dei rappresentanti comunali dell’associazione, molti potrebbero essere i punti per migliorare il commercio cittadino. Un primo punto – aggiunge – potrebbe essere un calendario unitario delle aperture, ben pubblicizzato, soprattutto nei giorni festivi. Con gli aumenti esorbitanti delle fonti energetiche, già alzare la saracinesca ha un costo. E se non ci sono clienti, un esercizio è già in grave perdita. Dobbiamo domandarci perché tante famiglie preferiscono trascorrere i loro pomeriggi festivi in altre città? Mancano le attrattive? Povera di eventi di interesse culturale? Crediamo sia giunto il momento di aprire una riflessione seria e concreta. Una nota dolente – conclude Tarantino , è certamente l’apertura di nuovi centri commerciali, il futuro della nostra zona industriale e del turismo. Essendo prioritario il tema della disoccupazione, giovanile e non, non possiamo permetterci nuove chiusure e quindi emorragie di altri posti di lavoro. Per questo motivo chiediamo un confronto con l’amministrazione condiviso con altri rappresentanti di categoria per capire e discutere il piano del commercio”.